Un saluto da Francesco IZ0CLP

Ho costruito questo ricetrasmettitore HF QRP con una potenza regolabile tra zero e 20 watt massimi, da prove eseguite in trasmissione sembra avere una buona modulazione e la ricezione non è male, non sono un Ingegnere elettronico e tantomeno un teorico ma un radioamatore appassionato e come tale vi darò una breve descrizione di come l’ho realizzata: nella figura sotto potete vedere lo schema a blocchi dell’ rtx dove si possono riconoscere i vari stadi e i componenti usati.

In fase di costruzione la prima soluzione da trovare è stata quella della sintonia, dopo varie prove con vfo liberi ed instabilità eccessive specialmente nelle bande piu alte mi sono convinto di dover trovare una soluzione, ho tentato l’utilizzo di un paio di pll ma si creava il problema di farlo lavorare bene su varie bande, leggendo in rete trovo un dds hf cinese a poco prezzo e lo acquisto, il ricevitore in parte era già costruito quindi ho potuto subito testarlo ma amara sorpresa…… funzionalità ottime, memorie, split, lsb, usb, stabilità etc etc, ma molto rumoroso e portanti fantasma in ricezione inesistenti con vfo libero. La prima cosa che tento di fare è un filtro di banda per attenuare rumori e “fantasmi”, migliora ma sempre meglio il vfo libero, come fare? Dopo varie letture la soluzione è stata quella di usare il pll ed il dds assieme ed usare il dds solo come riferimento, mi armo di divisori e faccio alcune prove, il pll ripete a pappagallo tutto quello che esce dal dds ed a questo punto si ottiene la “pulizia” del pll e tutte le funzioni del dds, si trattava poi solo di realizzare 3 VCO il piu possibile stabili in modo da far lavorare al minimo il PLL e coprire tutte le bande desiderate.

Il ricevitore è composto da 6 filtri passa banda ognuno con 3 toroidi e relativa componentistica, ho inserito un varicap nelle bande 80/40/20 e 10 metri per avere una maggior escursione di banda e selettività, i segnali provenienti dall’ antenna giungono ad un mixer mc1496 e miscelati con il segnale dei vari vco, da qui la sottrazione esempio: vco oscillatore locale 17.8 mhz; ingresso 7.1 mhz; conversione 10.7 mhz, segue un filtro tipo ladder con 10 quarzi, il filtro ha una larghezza di banda di circa 2,3 khz, il segnale proveniente dal filtro è amplificato prima da un mosfet bf966 e poi da 2 mosfet bf966 in configurazione push pull, un altro mc 1496 configurato come rivelatore a prodotto preleva il segnale dalla media frequenza e i segnali usb o lsb dell’ oscillatore carrier per avere a disposizione il segnale audio, segue un filtro passa banda audio composto da un tl081 è un mf4/100, un tda2030 fa da amplificatore finale. La mia idea è quella di avere un ricevitore con un minimo di componenti possibile per il minor rumore a discapito magari della selettivita, anche se pare che in HF visto la rumorosita delle bande questo sia meno influente ma ho preferito cosi, non c’è il pre d’antenna perchè il mix tendeva a saturare ed intermodulare con i segnali serali delle emittenti broadcasting in 40 metri, ho preferito spingere un po’ di piu in media frequenza con i 2 mosfet in push pull, mentre un 2n2222 ed un lm358 fanno il possibile come CAG, purtroppo sono pochi gli stadi dove poter intervenire ma tutto sommato sufficienti, ho messo comunque l’ esclusione del CAG ed una regolazione manuale dello stesso, la ricezione mi sembra molto buona rilassante e poco rumorosa, la conversione è singola ho cercato quindi di compensare la “scarsa selettivita” con un buon filtro passa banda in ingresso ed un filtro a quarzo realizzato con 10 quarzi e devo dire che fa discretamente il suo lavoro.

Il trasmettitore è un classico, amplificatore microfonico un bc546 e due lm358 uno dei due viene utilizzato solo come rivelatore di picco per non eccedere in modulazione, visualizza tramite accensione di un piccolo led, l’altro modifica un po’ la banda passante audio ed è regolabile e poi c’è il solito mc1496 usato come modulatore bilanciato.

Di seguito troviamo il filtro ladder descritto sopra commutato in rx e tx, poi il compressore RF ad alta frequenza, anche questo stadio mi ha dato il suo da fare perchè si è trattato di elevare il livello RF al livello opportuno da essere tagliato dai 2 diodi 1n4148 con il compito di clipping e questo portava ad autoscillare.

il bfq34 eleva il segnale che poi passa a 2 diodi in antiparallelo, il segnale “tagliato” va ad un fet j310 che ha la funzione di separatore ed adattatore d’impedenza, il segnale viene inviato ad un filtro ladder composto da 5 quarzi ed una larghezza di banda leggermente maggiore del precedente così da dare una “pulitina” al segnale elaborato.

Come mix ho usato un SBL-1, un mix a diodi con ottime caratteristiche di miscelazione il cui unico “problema” necessita di segnale tramite oscillatore locale di 7dbm per questo scopo, segue un integrato mc1350 con possibilità di controllo del guadagno mentre 6 filtri passa banda puliscono la frequenza voluta da armoniche e prodotti di miscelazione, due 2n2222 con funzione di prepilota tx separazione ed adattamento di impedenza, un rd16hhf1 pilota e due in push pull finali a larga banda, migliori dei soliti irf510 che perdono molto sulle bande piu alte, in fine filtri passa basso in uscita per la pulizia della fondamentale, tre so239 vanno a 2 relè per ottenere: 1) antenna 1, 2) antenna 1 tx antenna 2 rx, 3) antenna 2.

Tutto qui, spero di non avervi annoiato e di ripresentarmi magari con un nuovo rtx.

Video di un collegamento di Francesco IZ0CLP con il suo RTX!

Categorie:

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Direttiva e-Privacy

Questo portale utilizza i cookie per offrirti le migliori risorse tecnologiche disponibili. Continuando a visitarci senza modificare le tue impostazioni accetti
implicitamente di ricevere tutti i cookies. Diversamente, puoi modificare le tue preferenze agendo direttamente sulle impostazioni del software di navigazione impiegato.

Multicanalità
Non dimenticate di seguirci anche dalla pagina Facebook e di richiedere l'iscrizione al gruppo Whatsapp inviando una mail a info@ariostia.it
field day IARU Region 1 2018
Attivazione Castello di Giulio II ad Ostia Antica
test antenna loop portatile
Categorie